Geografia

Con una superficie di appena 268,71 km², El Hierro vince il trofeo di isola più piccola dell’arcipelago canario.

È anche l’isola canaria meno popolata: nel 2005 si contavano 10.477 abitanti ma dopo l’eruzione vulcanica del 2011 l’isola ha visto quasi dimezzarsi la propria popolazione. Anche se ultimamente molti herreñi stanno tornando all’ovile, soprattutto quelli emigrati in Venezuela, gli abitanti si attestano ancora intorno a poche migliaia, 6.000 secondo voci di corridoio (gli ultimi dati ufficiali risalgono al 2003). Per un confronto rapido, basti pensare che sull’Isola d’Elba, poco più piccola di El Hierro (224 mq), ci sono circa 30.000 abitanti, vale a dire 5 volte tanto!

geografia-el-hierroIl capoluogo Valverde conta la maggior concentrazione di abitanti, 4.885 secondo una stima del 2016. La deliziosa cittadina coloniale arroccata a 571 metri sul livello del mare, è l’unico capoluogo canario a non essere sul mare.

Il resto della popolazione dell’isola si divide per lo più negli altri due centri principali, Frontera e El Pinar, anche se sono ancora parecchi gli abitanti, soprattutto delle vecchie generazioni, sparsi nei piccoli villaggi che punteggiano l’isola.

Geologicamente parlando, El Hierro si è formata circa un milione di anni fa e risulta quindi essere la più giovane delle Isole Canarie.

el-hierro-lavaAppartengono a El Hierro anche gli isolotti di Roques de Salmor (Roque Grande e Roque Chico), entrambi riserva naturale integrale.

L’isola, adagiata nell’Oceano Atlantico a ridosso della costa africana, ha una forma molto caratteristica che ricorda vagamente la Sicilia. Il suo segno distintivo è la grande insenatura a forma di mezzaluna della Valle del Golfo che caratterizza la parte orientale dell’isola e la cui formazione risale a 50.000 anni fa. In seguito a un terremoto devastante, una generosa porzione di isola crollò in mare, creando la spettacolare depressione che oggi abbiamo il privilegio di osservare. La frattura è testimoniata dalla parete quasi verticale che si tuffa sulla costa e che si allunga all’interno dell’isola, fino a raggiungere la vetta più alta a 1501 metri in corrispondenza del picco di Malpaso.

L’origine vulcanica dell’isola porta in dote la bellezza di 1000 coni vulcanici, diversi a cielo aperto e molti altri nascosti sotto gli strati lavici. L’eruzione del 2011 ha portato alla nascita di un nuovo vulcano sottomarino: el Tagoro.

El Hierro è caratterizzata da molti paesaggi diversi, che vanno dalle distese desertiche e lunatiche della costa meridionale, alle fertili valli del Golfo, fino alle grandi pinete e ai millenari boschi di laurisilva che riposano sulle alture nel cuore dell’isola.